On Air
Benedetti - Terenzi Dal lunedì al sabato
Home
  • Home
  • Formello
  • Anderson insostituibile. A Palermo sarà in campo
anderson-gol

Anderson insostituibile. A Palermo sarà in campo

24 novembre 2016 Formello


10 Aprile 2016. Da Palermo iniziò l’avventura di Simone Inzaghi sulla panchina biancoceleste. Oggi, a distanza di sette mesi, si torna in Sicilia, con la consapevolezza che tutto sembra cambiato. Per il tecnico, capace di guadagnare stima, consensi e risultati e per il calciatore che più di ogni altro sembra aver beneficiato della cura Inzaghi: Felipe Anderson.

Il brasiliano fu il primo grande escluso del tecnico biancoceleste. A Palermo partì dalla panchina e riuscì a trovare spazio, andando tra l’altro in gol, solo nel finale. Anche nelle successive gare, prima della fine del campionato, fu relegato tra le riserve, partendo solo due volte dal primo minuto nelle ultime sette giornate.

Poi l’estate, le polemiche per l’iniziale diniego a prendere parte alle Olimpiadi, il ritorno a Roma e l’inizio della sua nuova vita biancoceleste.

Felipe Anderson sembra un altro giocatore. Meno spettacolare rispetto a quello ammirato due anni fa, ma terribilmente concreto, continuo e decisivo.

Con le sue giocate ha spesso spaccato le partite più difficili. Ha collezionato assist (ben 6 dall’inizio della stagione), goal (due dall’alto tasso di difficoltà) e numeri di alta scuola.

Si è messo a disposizione del tecnico e della squadra sacrificandosi in un ruolo di copertura, mostrando un’abnegazione mai vista in passato e sta diventando sempre più decisivo.

Inzaghi punta forte su di lui: come esterno a tutta fascia, attaccante, uomo di sacrificio e giocoliere.

Nonostante la diffida sarà in campo anche a Palermo. Questa Lazio non può fare a meno delle sue giocate.


Share